Comunicato Stampa

On gennaio 27, 2016

MARRADI CAMPANA INFESTA
Martedì 2 febbraio 2016 ore 10:30 Accademia di Belle Arti di Bologna
Aula Magna- via Belle Arti, 54
L’artista Stefano Scheda, con i suoi allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna – corso
“strategia dell’invenzione”, in collaborazione con la performer Mona Lisa Tina, l’artista Serena
Piccinini e il designer Francesco Benedetti, presenta : MARRADI CAMPANA INFESTA. terza
edizione – (s)Confine, Marradi (Fi), luglio 2016.
Special guest Cristiano Seganfreddo, esperto d’innovazione del territorio, docente al Politecnico
di Milano e direttore del premio Marzotto. Presiede il direttore dell’Accademia di Belle Arti di
Bologna Prof. Enrico Fornaroli. Sarà presente il sindaco di Marradi, presidente dei Comuni della
Valle del Lamone Dottor Tommaso Triberti, seguirà infine, una breve testimonianza video del
giornalista Ivan Compasso.
Dopo (s)catastrofe del 2014 e (s)snodo del 2015, l’infestazione continua anche quest’anno
affrontando il vasto tema del confine/sconfine.
La manifestazione è nata dall’idea di Stefano Scheda di ritornare nel suo paese d’origine, paese
natale del poeta Dino Campana per ripensare alla possibilità di uno sguardo rinnovato al di là dei
confini e dei conflitti, che un microcosmo può far patire “fuori dall’industria del cadavere: ritornare a
Marradi con gli occhi visionari di chi l’ha già guardato, conservando un rapporto privilegiato ed
elettivo con questo padre assente nel corpo/vita della poesia ri-letta. I Canti Orfici sono anche canti
orfani nella soglia bipolare/bifronte dello smarrimento di un altrove, che è anche nostro. Al di là
dell’argomento specifico, che ogni anno è affrontato su diversi piani di lettura, la ricerca artistica
che si porta avanti con questo progetto vuole essere uno studio attento dei comportamenti e delle
relazioni tra gli individui coniugato non solo attraverso il linguaggio delle arti visive, ma anche
attraverso quello della cultura, della filosofia, della psicoanalisi, dell’antropologia e della letteratura.
Differenti approcci teorici creano sinergie, rompendo la distanza dei ruoli tra le persone e le scale
sociali di appartenenza. Obiettivo generale di questo ampio progetto artistico è di sostenere prima
di tutto un dialogo aperto e arricchente con chiunque ne prenda parte. Marradi è così diventato in
questi anni, l’occasione per un incontro interdisciplinare ampio fra gli abitanti, gli artisti e alcune
delle personalità più interessanti della cultura italiana e internazionale fra cui: Piergiorgio Odifreddi
(matematico e saggista), Matteo De Simone (psicoanalista), Erasmo Silvio Storace (filosofo),
Ubaldo Claudio Cortoni (teologo), Mili Romano (artista e antropologa). L’edizione di quest’anno
sconfinerà ancor più fuori/dentro l’Accademia, coinvolgendo fin dall’inizio la popolazione e le
associazioni del territorio Marradese, gli studenti, gli insegnanti, gli artisti, e le associazioni sul
territorio.
Anche per questa terza edizione, a partire dal mese di marzo, sono previsti i workshop con
relativa assegnazione dei crediti. Le iscrizioni, aperte a tutti gli studenti, avverranno previa verifica
attitudinale e motivazionale.
Attività promossa da: Accademia di Belle Arti di Bologna – Comune di Marradi
www.ababo.it www.comune.marradi.fi.it

Comments are closed.