Il Festival 2017

(s)Cambio

Non si cambia se non si scambia/ non si scambia se non si cambia

Dopo (s)Catastrofe2014, (s)Nodo-2015 e (s)Confine 2016 l’infestazione continua.

L’artista Stefano Scheda, con i suoi allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna – corso “strategia dell’invenzione”, la performer e arteterapeuta Mona Lisa Tina, l’artista Serena Piccinini e il designer Francesco Benedetti, propone: Marradi Campana Infesta quarta edizione(s)Cambio.

A partire da questa edizione, per dare maggior respiro agli eventi artistici, in un rapporto partecipativo e relazionale più approfondito e intenso sul territorio, si è deciso, in accordo con le realtà partecipative di Marradi, di realizzare il festival in due tempi: la prima parte in questo luglio 2017 l’altra nel luglio del  2018 a seguito di dialoghi e confronti anche con la cittadinanza.

In tal modo l’edizione 2017 sarà un punto di riflessione sul proseguimento, che troverà compimento nell’arco di un biennio, in un vero e proprio work in progress, per ampliare e rendere più proficuo l’incontro interdisciplinare con gli abitanti e gli artisti,Conservando sempre un rapporto privilegiato ed elettivo col poeta Dino Campanapadre assente nel CORPO/VITA della poesia RI-LETTA.

CANTI ORFICI sono anche CANTI ORFANI nella soglia bipolare/bifronte dello smarrimento di un altrove, che è anche nostro. Campana confinato in questo paese, ha patito ma è anche riuscito a trovare un suo sguardo d’incanto “fuori dall’industria del cadavere” .Questi i conflitti pretestuosi che hanno riportato, dopo tanti anni d’assenza, Stefano Scheda a Marradi, suo paese d’origine, trascinando con sé gli allievi del suo Corso e alcuni artisti.

 

Programma 2017

Mercoledì 5 Luglio 2017

11.00 – 12.00

MiC Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza
Presentazione Quarta edizione di Marradi Campana Infesta; in collegamento col Prof. Umberto Galimberti.

Venerdi 7 Luglio 2017

Marradi  21.00 – 23.00
TEATRO ANIMOSI 

Lectio magistralis “L’amore: che cosa ci si scambia e come ci cambia?” Umberto Galimberti, filosofo, psicoanalista e saggista, proporrà una serie di riflessioni sul tema del Cambiamento in Amore e sulle sue proprietà trasformative.

Sabato 8 Luglio 2017

Marradi dalle ore 21.00 alle 24

TEATRO ANIMOSI

“ELO la memoria dentro” videoinstallazione di Anton Roca Rosemary Rodrigues.

Azione collettiva rivolta ad un gruppo eterogeneo di persone, invitate ad intrecciare il proprio racconto di vita, da cui deriva la creazione di un nesso ( elo in  portoghese) nella costruzione  di una comunità temporanea.  Il lavoro nasce dalla collaborazione tra Accademia di Belle Arti di Bologna – Corso Decorazione per l’architettura della Professoressa Giovanna Romualdi – e Rad’Art Project.

Scambio in Opera- La visita

Alcuni allievi del Corso “Strategia dell’Invenzione “tenuto da Stefano Scheda all’Accademia di Belle Arti di Bologna, discuteranno, tra le cortine dei palchetti ,in un dialogo intimo di scambio, sulle opere esposte all’URBAN CENTER, illustrando la propria “estetica del cambiamento”. Sarà curioso incontrali e discutere con loro,ascoltare e interagire con questi  promettenti protagonisti che stanno provando ad affrontare il cambiamento con uno sguardo sul contemporaneo.

 Nel palco Reale potrete far visita anche al filosofo Erasmo Silvio Storace che presenterà “Meta(m)orphica, assieme ad Anna Ghidini autrice di una serie grafica ispirate ai “Canti Orfici”.

URBAN CENTER 


Mostra (s)Cambio. Alternative immaginarie

Mostra degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Stefano Scheda,  presenta, in collaborazione con Mona Lisa Tina, Serena Piccinini e Francesco Benedetti,  una selezione di opere sul tema cambio/scambio: foto, video, installazione e performance, realizzate durante l’anno accademico e il workshop.

Comments are closed.