MILI ROMANO

On febbraio 6, 2016

Mili Romano è artista e curatrice. Insegna Antropologia culturale all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Si occupa di antropologia urbana e di arte negli spazi pubblici. I suoi interessi e le sue tecniche espressive si muovono tra letteratura, videoarte, fotografia, installazioni e progetti di arte pubblica indagando la memoria dei luoghi e i processi di trasformazione e di progressiva cancellazione degli spazi. Fra le manifestazioni di Public Art ha curato, a Bologna, con Roberto Daolio, Accademia in stazione, e, con Gino Gianuizzi, Container. Osservatorio/Laboratorio di arte pubblica. Dal 2005 cura a Pianoro Cuore di pietra. (www.cuoredipietra.it)

Collabora con riviste e pubblicazioni di antropologia urbana, letteratura ed arte contemporanea. Ha curato l’edizione italiana di alcune opere di F.Dostoevskij, A.Puskin, R. Daumal, R. Crevel e Michail Bachtin. Fra le sue pubblicazioni: Città della letteratura. Immagini e percorsi, Bologna, CLUEB 1996; aRITMIe. Ultime visioni metropolitane, Bologna, CLUEB 2003;  Cuore di pietra. Quaderno numero uno, Bologna, CLUEB 2007; Cuore di pietra. Quaderno numero due, Bologna Pendragon 2009; Cuore di pietra. Album , Bologna, FOL-BO, 2011 (Album di figurine) e Cuore di pietra/ Lavoro. Quaderno numero tre, Bologna, Fausto Lupetti Editore, 2015

 

Comments are closed.