Programma edizione 2019

On Giugno 27, 2019

(in)Differenza

L’indifferenza si fa protagonista nel cortocircuito della differenza.

Dopo (s)Catastrofe 2014, (s)Nodo 2015, (s)Confine 2016, (s)Cambio 2017 e 2018 l’infestazione continua. Stefano Scheda, con i suoi allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna del corso Strategia dell’invenzione, gli artisti Mona Lisa Tina, Serena Piccinini, Farid Rahimi e Francesco Benedetti, propone: Marradi Campana Infesta Sesta edizione (in)Differenza. I protagonisti saranno, ancora una volta, gli abitanti di Marradi che si confronteranno con allievi, artisti ed intellettuali su questo nuovo tema, conservando un rapporto privilegiato ed elettivo col poeta Dino Campana, padre assente nel corpo/vita della poesia ri-letta. I Canti orfici sono anche canti orfani nella soglia bipolare/bifronte dello smarrimento di un altrove, che è anche nostro. Campana, confinato in questo paese ha patito, ma è anche riuscito a trovare un suo sguardo d’incanto fuori dall’industria del cadavere. Questi i conflitti pretestuosi che hanno riportato Stefano Scheda al suo paese d’origine trascinando con sé chi ha creduto in questo progetto e lo ha voluto condividere.

Venerdì 5 luglio 2019

18.00-19.00 Cappella Villa Ceroni – Via C. Battisti Apertura della sesta edizione con la presenza del Sindaco Tommaso Triberti

Videorevival compilation delle passate edizioni di Marradi Campana Infesta, per chi c’era e per chi non c’era.

Lo spazio resterà aperto anche sabato 6 dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle ore 14.30 alle 16.30.

21.30 – 24.00 Urban Center/Mercato coperto

(in)Differenza Salienze

Una mostra collettiva degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna sul tema differenza/indifferenza.

Artisti in mostra: Apollonio, Baharian, Balasini, Bianchet, Bon, Bongiorno, Campestri, Da, Di Pasquale, Fabiano, Faggella, Fang, Gentile, Guerrirero, Hamidizadeh, Khas, Laghetto, Mantovani, Mercuriali, Mirbaha, Moazeni, Proti, Ricci, Scimone, Shi, Ugolini, Varesi, Y.Wang, L.Wang, Jin

La mostra sarà visibile anche sabato 6 dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle ore 14.30 alle 16.30.

Opere che richiedono la partecipazione del pubblico:

Sullo stesso piano di Antonello Apollonio

Vi attenderà per una radio/grafia/artistica e dopo una breve posa potrete rivedervi in differita differenti.

La differenza del sogno di Cinzia Bianchet

La ritrattista dei sogni, dipingerà il vostro sogno.

Liberalamente di Mirko Scimone

Barra la tua preferenza e scoprirai il risultato in queste elezioni differenti.

23.00 – 24.00 Mercato Coperto

Altre performance che coinvolgeranno i partecipanti:

Speak out di Yanxi Zhou

L’abitudine di non parlare ha rinforzato i pregiudizi: parlare apertamente della propria esperienza per rompere l’indifferenza e affrontare la nostra diversità.

Tracciabilità di Lingling Hong

L’impossibilità di avere un privato umano, in un mondo in cui tutto passa attraverso una rintracciabilità tecnologica.

Lab-Lebenswelt di Shaohua Peng con Laura Montroni, Yizhou Chang e Jiying Liu. Crescere, mettendosi in gioco, con chi ha idee opposte grazie anche all’uso di tre colori bianco, nero e grigio.

Le opere di Apollonio, Zhou e Peng, sono state realizzate nel corso di Decorazione per l’Architettura ABABO della Prof.ssa Vanna Romualdi.

Sabato 6 luglio

2019 10.00-21.00 Piazza Scalelle

(In caso di pioggia Mercato coperto)

Ti ho fatto nero di Stefano Scheda

Installazione e video documentazione della performance Ti faccio nero che Scheda ha realizzato al teatro dell’Accademia di Belle Arti di Bologna il 2 febbraio con i suoi allievi e la collaborazione di Enrico Aceti, Marcello Morresi, Farid Rahimi e Francesco Benedetti. L’azione ha coinvolto centinaia di persone che, in un rituale quasi sacro, hanno dipinto di nero il moscone di salvataggio. Scheda ha interpretato il proprio disagio nel fare il bagno in un mare di cadaveri di migranti, creando un cortocircuito visivo, immaginando il salvataggio vestito a lutto galleggiare sul cimitero liquido.

17.00 -19.00 Cappella Fabbroni Giannotti La Colombaia – Via Colombaia 32

Same same but different di Stefano Scheda

Installazione a cura di Angela Madesani. Un sovvertimento del canone. La politica si sacralizza e riflette sulla possibilità di essere portata in una dimensione spirituale più alta.

(L’installazione rimarrà visibile su richiesta anche dopo il termine della manifestazione.)

21.00 – 21.30 Piazza Scalelle – Teatro degli Animosi

(In caso di pioggia, dal Mercato coperto al Teatro Animosi)

Corteo funebre del Salvataggio Il filosofo Erasmo Silvio Storace guida la processione laica attraverso cui verranno denunciati i crimini e soprusi che alcuni filosofi hanno subito nel corso della storia: l’ignoranza lascia annegare chi intraprende nuovi viaggi di metamorfosi. Il Corpo Bandistico di Popolano Luca Fabbri seguirà il filosofo fino all’arrivo in teatro.

21.30 – 23.00 Teatro degli Animosi

Ti faccio Rosso immersione collettiva di Stefano Scheda

Metamorfosi della differenza, dalla morte del salvataggio alla sua rinascita e salvezza. L’oggetto moscone viene riportato alla sua funzione primaria e salvifica, dal nero-morte al rosso-vita. Partecipate tutti per non essere indifferenti.

Nell’attesa che il moscone si asciughi, il pubblico lo veglia, guidato dalle parole del filosofo sulla note di Pape Gurioli: si può vegliare un moribondo, ma anche una partoriente che sta per dare alla luce una nuova vita; rievocare queste esperienze originarie dell’umano significa interrogarsi filosoficamente sul divenire al quale siamo tutti consegnati.

23.00 – 24.00 Al Fiume sotto il Ponte Grande

Al termine dell’azione tutti i partecipanti porteranno il salvataggio sul fiume perché ritorni al suo mare. Saranno le torce dei cellulari, lucciole artificiali, a dar luce alla notte.

10.00 – 24.00 Centro Storico

Altri segnali sparsi/permanenti, da scoprire :

Zona caccia gay di Stefano Scheda

Nasce la nuova area di caccia sotto il ponte grande

(search this location).

L’Indifferente di Alice Balasini

Non solo in edicola, ma anche in giro per il paese, potrete trovare l’edizione speciale del suo giornale/opera, per essere disinformati.

Lascia la sagoma del tuo corpo di Yutong Jin

Tracce per essere visibili e avere uno spazio oltre l’indifferenza del corpo.

Una è contaminata di Licia Faggella

Vero o falso? Ci beviamo questa notizia?

Per non essere indifferenti alla conservazione e controllo dell’acqua come risorsa umanitaria.

Si ringraziano gli studenti di Stefano Scheda corso Strategia dell’invenzione dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, la Prof.ssa Vanna Romualdi, Prof. Gabriele Lamberti, Prof. Enrico Aceti, Prof. Marcello Morresi, Prof.ssa Annamaria Stanghellini, Prof. Domenico Troiano, Prof.ssa Mili Romano, Prof. Bruno Bandini, Prof.ssa Paola Babini, Prof. Alex Pietro Marra, Prof. Christian Ghisellini, Farid Rahimi, Tiziana Cerbai e: l’Accademia di Belle Arti di Bologna, Accademia di Belle Arti di Ravenna, MIC di Faenza, Comune di Marradi – Assessorato alla Cultura, Compagnia per non perire d’inedia, Associazione Culturale Amici di Lanfranco Raparo, Comunità di Sasso – Co.M.E.S. Com.I.L., Centro Studi Campaniani“Enrico Consolini”, Teatro degli Animosi, Pro Loco Marradi, Don Nilo Nannini, Angelo Filipponi, Amedeo Orioli, Lucia Samorì, Giacomo Mercatali, Jean Nervi, Licia Faggella, Vanis Dondi, Enrica Cavina, Giacomo Billi, Andrea Sartoni, Anton Roca, Mirna Gentilini, Stefano Mordini, Enrico Gurioli, Pape Gurioli, Elisa Mercatali Lenzi, Flavia Benelli Tronconi, Riccarda Rossi Badiali, Anna Maria Tagliaferri Torriani Donati, Nedo Zanolini, Giuseppe Matulli, Gian Luca Testa, Giulio Miniati, Sara Fabbri, Marina Naldoni, Sandro Mercatali, Tiziana Ceroni, Massimo Liverani, Davide Mirri, Filippo Bernabei, Livietta Galeotti Pedulli, Gabriele Padovan, Tonia Corrente, Gabriele Rossi, ASCOM, Casa Scheda B&B, Farmacia Ciottoli, Palazzo Toriani B&B, La Parrocchia di Popolano, La Parrocchia di Marradi, Ristorante Il Camino, Ristorante La Colombaia, Galleria Art Forum Contemporary Bologna, MLB Home Gallery Ferrara, Angela Madesani, gli abitanti di Marradi e tutti i docenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna che hanno collaborato.

Un particolare ringraziamento a:

Lorenzo Balbi – Direttore del MAMBO

Enrico Fornaroli – Direttore Accademia Belle Arti Bologna

Tommaso Triberti – Sindaco del Comune di Marradi

Massimo Isola – Assessore Cultura Comune di Faenza

Maurizio Brunetti – Presidente 4US

Comments are closed.